Fossano, Savigliano, Racconigi e Bene Vagienna - Cuneo Alps Experience

Outdoor Cuneo Alps

centri storici piemonte

La provincia di Cuneo offre la possibilità di un ricco percorso culturale tra i castelli delle città cariche di storia e di arte, tra le residenze sabaude, tra le chiese e le cattedrali, tra i palazzi signorili e i portici che caratterizzano i centri storici delle città.

 

FOSSANO
La cittadina di Fossano è posizionata su una collina adiacente al fiume Stura ed è divisa in 7 borghi, famosi per la manifestazione che si svolge a giugno chiamata "Palio dei Borghi e Giostra dell'Oca". Anticamente, il centro storico era diviso nei terzieri del Borgo vecchio, del Salice e del Romanisio. Essa è dominata dal Castello degli Acaja: un imponente esempio di fortificazione medievale che si staglia maestoso nella Piazza di San Giorgio dove all'interno sono ospitati l'Archivio storico e la biblioteca civica. Il centro conserva interessanti monumenti tra cui la settecentesca Cattedrale di San Giovenale, situata nel cuore della città a lato della piazza Manfredi, la Confraternita della Santissima Trinità, importante edificio di culto, ed il Museo Diocesano di Arte Sacra che vanta una buona presenza di opere di carattere religioso appartenute alle parrocchie della diocesi. Interessanti sono i portici medievali contornati da negozi che si affacciano su palazzi di antiche famiglie nobili. Via Roma, nella prima domenica di maggio, ospita l'esposizione di oltre mezzo migliaio di ritratti dei benefattori cittadini, dal Settecento ai giorni nostri, offrendo un percorso visivo delle storia del costume e dell'arte figurativa locale, unico nel suo genere. Inoltre ogni anno si può rivivere il festival Mirabilia che invade il centro storico con artisti da tutta Europa, circo, teatro e danze. 

 

SAVIGLIANO
Savigliano è un città di arte e di storia depositaria di tanti tesori architettonici e culturali, nei quali è racchiuso il segreto della sua millenaria storia. Cuore pulsante della città è Piazza Santa Rosa, bellissima e vivacissima, sulla quale svetta la mole elegante della Torre Civica e il rinascimentale Arco di Trionfo. La cittadina conserva capolavori di valore europeo come il Palazzo Taffini d’Acceglio, Muratori-Cravetta e le chiese di S. Pietro, l’Assunta e Pietà. Il Palazzo Taffini d'Acceglio è un magnifico edificio barocco con un aspetto esteriore elegante e severo, mentre le facciate interne sono ingentilite da un portico con due ordini di gallerie a sei arcate a colonne binate; è inoltre sede del Mùses: Accademia Europea delle Essenze. Il Palazzo Muratori-Cravetta è un magnifico esemplare di architettura manieristica. Il Museo Civico "Antonino Olmo" ha sede nel vecchio convento di San Francesco e comprende una gipsoteca dedicata ai calchi in gesso dello scultore Davide Calandra. Nella città vi è un secondo museo: quello degli Ex Voto dove all'interno ci sono circa 1500 tavolette dipinte ed innumerevoli ricami su stoffa ed oggetti in argento. Particolari sono il Quartiere e la Sinagoga della vecchia comunità ebraica che si trovano nei pressi di Piazza Santarosa, nel pieno centro storico. Nella città si svolgono alcune importanti manifestazioni tra cui la Fiera della meccanizzazione agricola che rappresenta un importante momento d'incontro per la conoscenza di nuove e vecchie attrezzature agricole.

 

RACCONIGI
Racconigi fu la piccola capitale estiva dei Savoia, ad oggi è una delle residenze sabaude più affascinanti del Piemonte dell'inizio Seicento e fine Ottocento. La città è famosa per il suo Castello Reale, un imponente struttura dove all'interno si possono visitare gli arredi originali e la splendida collezione di ritratti di Casa Savoia; il castello inoltre si affaccia su uno splendido parco di 170 ettari, oasi di grande interesse naturalistico e famoso per il Centro di Ripopolamento Cicogne LIPU, grazie al quale le cicogne sono tornate a nidificare sui campanili della città. Per quanto riguarda le architetture religiose troviamo la Chiesa Parrocchiale di Santa Maria Maggiore, progettata dall'architetto Carlo Antonio Castelli, la Chiesa di San Giovanni e il Santuario reale Madonna delle Grazie, in stile neoclassico e sede dell'icona in legno della Vergine. All'interno della città vi è inoltre il Museo dell'Arte Sacra dove sono esposti gli oggetti storico-artistici della devozione e della cultura popolare. Curiosa è la Torre civica che ospita una sirena risalente alla seconda guerra mondiale che viene fatta suonare, ogni giorno, a mezzogiorno.

 

BENE VAGIENNA
Bene Vagienna è interessante per i cultori della romanità, infatti all'interno del palazzo Seicentesco Lucerna di Rorà ha sede il Museo Civico Archeologico, allestito con reperti romani dell'Augusta Bagiennorum, diviso in tre sale: la sala 'romana', la sala 'medievale' e la sala 'napoleonica'. La cittadina si sviluppa attorno al Palazzo del Comune, che sorge vicino alla Chiesa parrocchiale, entrambi sulla piazza nella quale si eleva il monumento all'illustre cittadino benese Giovanni Botero; il tutto a poche decine di metri dalla sontuosa Confraternita dei Battuti Bianchi, a sua volta poco lontana dalla bella San Francesco che custodisce un raffinato coro ligneo del ‘500. Tutto intorno vi è una serie rara di eleganti palazzi come Casa Ravera e il Palazzo Giriodi di Monastero. Bene Vagienna è un interessante insieme di case medievali e barocche e saltuariamente ospita "Augusta Antiquaria", mercatino di collezionismo e antichità con oltre trecento bancarelle.

la provincia di cuneo

 x 

Carrello vuoto

la provincia di cuneo